Tesla Motors avvia la produzione di accumulatori low cost

Tesla Motors avvia la produzione di accumulatori low cost

Per Tesla Motors, il 2017 significa l’avvio della produzione di nuove batterie ad alta efficienza e a costi contenuti per il comparto automotive e le vetture elettriche.
Saranno assemblate presso la Gigafactory di Reno, Nevada, secondo un progetto coordinato assieme al partner Panasonic. Secondo le intenzioni, l’inizio della produzione dovrebbe dare una scossa al mercato dello stoccaggio in ambito mobility ed energy storage residenziale, accelerando la transizione dalle fossili alle rinnovabili. Più in dettaglio, gli accumulatori serviranno per diffondere rapidamente l’autovettura entry-level del listino, la Tesla Model 3, ma anche per sistemi Powerwall.

A livello costruttivo, le batterie in produzione si differenziano per un’architettura realizzata a partire da una forma cilindrica (diametro 21 mm – altezza 70 mm), che consente di offrire una capacità superiore in virtù del maggior volume disponibile.
Oltre alle buone specifiche produttive, gli accumulatori così costruiti vantano un costo-per-kWh accumulato inferiore del 30%.
La produzione seriale in un unico ambiente consente inoltre di minimizzare costi logistici e di ridurre la filiera. La Gigafactory produrrà circa 35 GWh di batterie agli ioni di litio ogni anno, con stime di crescita sino a 50 GWh per il 2020.