Tages sceglie i droni Wesii per il monitoraggio fotovoltaico

Tages Capital sceglie i droni Wesii per il monitoraggio fotovoltaico

Il Fondo Tages Helios gestito da Tages Capital SGR, ha recentemente sperimentato il monitoraggio degli impianti fotovoltaici tramite i droni e la piattaforma Wesii.

Il terzo operatore in Italia nella gestione di impianti fotovoltaici ha completato la sperimentazione dei dispositivi dotati di sensori multispettrali non convenzionali. Tali droni, grazie a un ampio spettro di lunghezze d'onda, raccolgono ed elaborano velocemente immagini per indicare ai manutentori dove intervenire.
La rapidità di analisi e di intervento è la chiave del successo.

In Italia, nel primo semestre 2017 la produzione di energia elettrica generata da impianti fotovoltaici è salita dell’8,7% rispetto all’anno precedente, arrivando a coprire l’8,2% della domanda nazionale e si prevedere che questo trend continuerà ad aumentare nei prossimi anni.

Tages Capital, società europea di primo piano nella gestione di fondi, è il terzo operatore in Italia con 60 impianti fotovoltaici, che gestisce tramite Delos Power, a cui è demandata l’operatività.
Poiché con le tecnologie oggi installate si ottengono circa 0,8-0,9 MW per ettaro, è necessario avere a disposizione impianti fotovoltaici estesi per generare quantità di energia significative.

La gestione di questo grande numero di pannelli pone problematiche apparentemente banali, ma che possono compromettere la resa energetica. Ad esempio, l’analisi e la manutenzione dei moduli fotovoltaici sono operazioni che possono richiedere settimane di lavoro, quando vengono svolte da personale che rileva manualmente lo stato dei singoli pannelli.
Tages Capital, che stava cercando nuovi sistemi e tecnologie per ridurre i tempi e ottimizzare le attività di analisi e verifica, ha trovato in Wesii un partner prezioso e affidabile.

Tages sceglie i droni Wesii per il monitoraggio fotovoltaico

Pietro Pacchione, Head of Project Development & Asset Management di Tages Capital SGR
Wesii è una realtà giovane e innovativa nata da un fondatore che ha ottime conoscenze del settore. La soluzione che ci hanno proposto e che abbiamo testato sul campo si è rivelata in linea con le previsioni fornite e ci ha permesso di fare un salto di qualità.

Wesii è una giovane start up italiana con sede a Chiavari (GE), nata dalla competenza nel remote sensing del suo fondatore, Mauro Migliazzi, che vanta oltre 15 anni di esperienza acquisiti presso grandi aziende e centri di ricerca.
Incubata da Wylab, Wesii opera nel settore dei droni multispettrali, piccoli velivoli senza equipaggio dotati di sensori non convenzionali per raccogliere le immagini con un ampio spettro di lunghezze d'onda.

Tages sceglie i droni Wesii per il monitoraggio fotovoltaico

Mauro Migliazzi
Forniamo la migliore piattaforma multispettrale e “ready-to-fly” per una grande varietà di attività. Le nostre applicazioni possono spaziare dagli impianti fotovoltaici al monitoraggio di discariche, dall'industria agricola a quella navale e persino a quella sportiva. Il drone è lo strumento che ci permette di raccogliere i dati, ma il nostro vero valore aggiunto sta nella capacità di elaborarli velocemente per fornire il risultato richiesto, che nel caso dei pannelli fotovoltaici risiede nella geolocalizzazione di quelli malfunzionanti. Crediamo che il nostro successo sia radicato nel duro lavoro, nelle collaborazioni con i nostri preziosi partner e nella capacità di fornire una tecnologia che migliori il mondo che ci circonda.

Analisi veloci e accurate riducono i disservizi e migliorano l’efficienza degli impianti
A partire dall’inizio del 2017, la soluzione di Wesii è stata utilizzata per il monitoraggio del più esteso impianto italiano, di proprietà di Tages Capital, situato a Rovigo.

Marco Gallerano, direttore tecnico di Delos Power
In Italia gestiamo 60 impianti fotovoltaici di proprietà di Tages Capital. In particolare, quello di Rovigo copre 85 ettari, ha una potenza di 70,5 MWp e genera 88,65 GWh/anno di energia. A causa dell’enorme quantità di moduli che lo compongono, circa 280 mila pannelli da controllare e manutenere, avevamo bisogno di una tecnologia che ci permettesse di fare analisi veloci e accurate. Grazie alla soluzione offerta da Wesii, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo.

In precedenza, gli operatori di Delos Power dovevano effettuare l’analisi termografica manuale, percorrendo a piedi il campo: il risultato a fine giornata era circa un megawatt/uomo. Grazie all’utilizzo del drone, invece, in soli due giorni è stato possibile analizzare 30 megawatt, pari a circa 40% del parco.

I piccoli velivoli senza pilota permettono quindi di effettuare l’analisi in tempi molto rapidi, ma non è l’unico vantaggio: raccolgono informazioni senza problemi anche su superfici non ottimali. Infatti, per la morfologia del terreno su cui è posizionato il campo di Rovigo, le file di moduli che si trovano più in basso risultano difficili da analizzare per via della loro inclinazione. Grazie al drone, anche questa problematica è stata risolta.

Un ulteriore vantaggio è poter ottenere informazioni rapide su eventuali guasti o difetti per tipologia. In base al tipo di problematica, infatti, l’operatore dotato di macchina termografica viene mandato sul campo con le coordinate per raggiungere il modulo difettoso, al fine di verificare il danno e intervenire di conseguenza.
In questo modo, i tempi di reazione sono molto più rapidi, con conseguente riduzione dei disservizi legati a difetti o guasti e con un altrettanto evidente ritorno dal punto di vista economico.

Marco Gallerano
Era la prima volta che testavamo questa tecnologia su un campo così grande e siamo molto soddisfatti. I problemi che ci possono essere in un impianto di questo tipo sono molteplici: dal guasto, al cedimento del terreno che fa cambiare l’inclinazione del modulo compromettendo la resa energetica, fino alla crescita della vegetazione che può arrivare a mettere in ombra porzioni rilevanti dei pannelli. L’obiettivo futuro è avere l’intero impianto fotovoltaico in formato digitale per aumentare ulteriormente l’efficienza di controllo.