Aton Storage, intervista al Presidente Ettore Uguzzoni

 

Aton Storage, intervista al Presidente Ettore UguzzoniLa strategia di Aton non si basa unicamente sulla qualità dei prodotti ma è catalizzata dalla costante innovazione tecnologica. Come conferma Uguzzoni, ben il 25% del volume d'affari viene reinvestito nelle operazioni di ricerca e sviluppo, una quota significativa che rende immediatamente comprensibili quali siano le direttrici primarie per l'azienda.
Nel breve periodo, Aton introdurrà nuovi prodotti trifase per il settore industriale e consoliderà la propria posizione grazie a specifici accordi di collaborazione con realtà territoriali, per crescere nel settore dell'integrazione con i sistemi a pompa di calore.

Non solo, la strategia di crescita prevede un progressivo arricchimento della proposition in materia di domotica, gestione remota, controllo in mobilità, tramite infrastrutture intelligenti basate su gateway personalizzati e App per device mobile. Nuovi servizi e apparati sono in fase di sviluppo e saranno resi disponibili prima di fino anno.
Ogni attività intrapresa risponde direttamente alla esigenze di mercato, così come registrato da Aton attraverso le proprie attività sul campo e tramite installatori e grossisti. Il mercato residenziale è particolarmente attento a tematiche quali fotovoltaico, accumulo ed efficientamento; "sono rimasto favorevolmente impressionato dal livello di interesse e conoscenza" dichiara Uguzzoni.

Per aggredire con maggiore efficacia un settore già sufficientemente informato, la società ha intrapreso da tempo importanti campagne divulgative tramite il Web, i giornali locali e le riviste specializzate.
Il dialogo verso il comparto industriale è invece più complesso, dato che si tratta di nicchie di mercato e molte aree dove è possibile avviare un business proficuo sono ancora poco presidiate o poco ricettive.

Come anticipato nel corso della nostra chiacchierata con il Presidente di Aton Storage, Ettore Uguzzoni, l'innovativo accumulatore Ston rappresenta la più recente declinazione della tecnologia del Gruppo.
Si tratta di un sistema compatto ed elegante, che permette di aumentare il grado di indipendenza energetica dalla Rete per quegli edifici già dotati di impianto fotovoltaico. È sufficiente installarlo per consentire immediatamente di accumulare energia durante il giorno ed averla a disposizione durante la sera o la notte quando, di fatto, si ha maggiore bisogno di elettricità.
Parliamo di una piattaforma modulare e universale, capace di operare con la maggioranza degli impianti fotovoltaici già esistenti, senza la necessità di componenti aggiuntivi né di modifiche alla connessione con la rete pubblica.
Ston adotta batterie al litio-ferro-fosfato ad alta efficienza, prive di manutenzione e con un'aspettativa di vita di oltre 10 anni. Il sistema può interfacciarsi tramite rete Wi-Fi e, qualora non fosse disponibile, può essere dotato di un modem 3G, per garantire la massima autonomia e indipendenza.
In questo modo lo storage risulta facilmente accessibile e controllabile da remoto, tramite smartphone o tablet. Non solo, la piattaforma è costantemente monitorata da un team di tecnici qualificati e capaci di intervenire tempestivamente in caso di possibili problemi.
Ston è disponibile con capienza energetica che va da 3 kW a 6 kW, per una massima energia accumulabile sino a 15 kWh. Le batterie, sviluppate espressamente su design Aton da un'azienda specializzata, sono garantite cinque anni, così come la struttura principale.
Gli accumulatori Ston saranno disponibili nel mese di maggio e sono già molte le richieste da parte di possibili nuovi clienti. Per facilitare le attività di agenzia e il lavoro di grossisti e installatori, Aton svolge regolarmente attività di formazione e corsi presso l'azienda o tramite partner.

 

Indice articoli