Protezioni di interfaccia, pubblicati gli aggiornamenti della CEI 0-16 e 0-21

Il CEI ha pubblicato le nuove versioni delle Norme CEI 0-21, per la connessione alla rete in Bassa Tensione e CEI 0-16, per la connessione alla rete di Media Tensione.

Le variazioni oggetto delle nuove versioni interessano anche le protezioni di interfaccia.
Sarà l'Autorità dell'Energia a definire ufficialmente le date di entrata in vigore delle nuove versioni. Fino a tale data restano valide le regole attuali. Pertanto le attuali protezioni sono ancora valide.

Le principali modifiche e considerazioni che coinvolgono le Protezioni di Interfaccia sono:

CEI 0-21
Estensione del campo di applicazione della norma anche per potenze inferiori a 1 kW. In questi casi le protezioni di interfaccia sono generalmente realizzate dagli inverter.
La Protezione di Interfaccia dedicata è obbligatoria per potenze superiori a 11,08 kW (pag. 77, art.8.6.2), invece dei precedenti 6 kW.
È cambiata l'accuratezza di misura delle tensioni, ? 1% (pag.98, allegato A.4). Sono cambiate soglie interne di funzionamento – rapporto e tempo di ricaduta protezione 59.S1 (pag.99, allegato A.4). Per i nuovi impianti, a partire dalla data che comunicherà AEEGSI, sarà possibile installare solo protezioni certificate nel rispetto della nuova norma.
La definizione dei segnali su protocollo CEI EN 61850 è ancora allo studio (pagina 77, nota 55).

CEI 0-16
Nessuna variazione che interessi le protezioni di interfaccia.

 

Tagged under: normative fisco