Africa, ABB costruirà una microrete solare-diesel per la Croce Rossa

ABB si occuperà di realizzare una microrete ibrida diesel – fotovoltaico per garantire energia senza interruzioni al comitato internazionale della Croce Rossa in Africa.

L'impianto consentirà di stabilizzare l'approvvigionamento energetico, in una regione particolarmente soggetta a frequenti blackout e a problemi di qualità dell'energia.
Situato nella capitale Keniota Nairobi, il centro logistico della ICRC impiega 170 dipendenti e si occupa della distribuzione di cibo e di generi essenziali come medicine e beni di sostegno a tutto il continente africano.

ABB realizzerà una microrete solare/diesel per ICRC per sfruttare al massimo le energie rinnovabili, assicurando al contempo una fornitura di elettricità affidabile. Verrà completata alla fine del secondo trimestre del 2017. L'accordo riflette un'iniziativa di ICRC lanciata nel 2014, per assicurare maggiore collaborazione tecnologica con il settore privato.
Le microreti sono utilizzate per integrare risorse di energia distribuita e carichi che possono operare in modo coordinato e controllato, sia connesse alla rete elettrica
principale sia per fornire energia in maniera indipendente, con il fine di assicurare la qualità dell'approvvigionamento elettrico e la stabilità della rete.

Africa, ABB costruirà una microrete solare-diesel per la Croce Rossa"Siamo entusiasti di collaborare con il comitato internazionale della Croce Rossa, e di supportarne le attività umanitarie," ha dichiarato il CEO di ABB Ulrich Spiesshofer. "Il potenziale delle microreti è immenso, soprattutto in Africa, dove oltre 600 milioni di persone non hanno accesso all'energia elettrica. La disponibilità di energia affidabile e continua è essenziale per accelerare lo sviluppo economico del Paese."

"L'affidabilità della fornitura di energia è essenziale affinchè il nostro staff prosegua con il proprio lavoro umanitario sul campo," ha commentato il presidente di ICRC Peter Maurer. "La microrete di ABB è in linea con l'obiettivo di ICRC di sfruttare tecnologie eco-sostenibili. Soluzioni come questa sono la prova tangibile che la cooperazione tra il mondo delle aziende e quello delle organizzazioni umanitarie non solo è possibile ma fondamentale. Siamo contenti e molto orgogliosi di annoverare ABB nel nostro gruppo di aziende a supporto delle nostre attività."