Fronius e Victron assicurano un'alimentazione elettrica illimitata a Cetosa

Fronius e Victron Energy hanno collaborato attivamente per lo sviluppo di un importante progetto presso il produttore spagnolo di cereali e granaglie Cetosa Cereals Torremorell S.A.

 

La realizzazione di un nuovo impianto consentirà di ridurre i consumi energetici dell'azienda, limitando le emissioni dannose nell'atmosfera. La struttura conta tre inverter Fronius in combinazione con sei inverter/caricabatterie e quattro regolatori di carica BlueSolar di Victron Energy.
La struttura consente inoltre di disporre di un'alimentazione elettrica illimitata, un dettaglio importante per la produzione giornaliera e non del tutto scontato, per via dell'instabilità della rete pubblica locale.
L'innovativo impianto offre i vantaggi che solitamente si rendono disponibili in presenza di progetti ibridi diesel/fotovoltaico, ma senza impattare negativamente sull'ambiente.
Di fatto, per ottimizzare la redditività dell'impresa e garantire l'alimentazione elettrica permanente necessaria alla produzione, Cetosa punta sulla corrente prodotta dal proprio impianto fotovoltaico e si affida alla tecnologia fotovoltaica di Fronius e dell'azienda olandese Victron Energy per farlo funzionare nella maniera più efficiente possibile.

"Il nostro compito consisteva nel potenziare l'impianto fotovoltaico da 82 kW di Cetosa", spiega Francisco Heredia, Consulente tecnico presso Fronius España.
Per fare ciò sono stati impiegati tre inverter Fronius Symo e l'apparecchio di produzione dell'energia è stato collegato alla MicroGrid, una rete di distribuzione dell'energia elettrica regionale e indipendente.

"I nostri inverter dispongono a tale scopo di un setup specifico dotato di varie funzioni per assicurare il funzionamento stabile della MicroGrid", spiega Heredia.
Fronius e Victron assicurano un'alimentazione elettrica illimitata a CetosaPer accumulare temporaneamente l'energia elettrica prodotta e consentire quindi un'alimentazione elettrica permanente, Fronius ha adattato i propri inverter alla tecnologia del fornitore mondiale di soluzioni energetiche per sistemi fotovoltaici indipendenti dalla rete Victron Energy: sei inverter/caricabatterie del modello Victron Quattro e quattro regolatori di carica Victron BlueSolar consentono di accumulare temporaneamente l'energia in eccesso prodotta nell'impianto di CETOSA e di utilizzarla quando necessario.

Il progetto di Fronius e Victron Energy offre grandi vantaggi anche perché è a prova di guasto. Normalmente la potenza dell'inverter viene regolata in assenza di comunicazione. "In questo caso la conversione statica di frequenza dell'inverter/caricabatterie e dell'inverter assicura valori nominali di potenza ottimali", spiega David Hanek, Responsabile prodotti presso Fronius. "Se però il carico è inferiore alla potenziale capacità dell'apparecchio di produzione dell'energia fotovoltaica e le batterie sono già completamente cariche, si rende necessaria una riduzione automatica della potenza".
Oltre alla conversione statica di frequenza, è possibile attivare anche funzioni per la riduzione della potenza in funzione della tensione e varie funzioni per la regolazione della potenza reattiva, e un generatore di backup assicura sicurezza extra. CETOSA gode di un ulteriore vantaggio grazie al monitoraggio ottimale dell'impianto: il portale Victron Remote Monitoring (VRM) consente di interrogare i valori attuali e il portale online Fronius Solar.web mette a disposizione rappresentazione e analisi complete di tutti i dati dell'impianto fotovoltaico. Infine, il Color Control Display (CCGX) funge da aggregatore di dati tra Fronius Datamanager e l'inverter/caricabatterie Victron.

"Cetosa è ora in grado di produrre cereali e granaglie utilizzando prevalentemente corrente fotovoltaica, con notevoli vantaggi sia in termini di efficienza dei costi che di compatibilità ambientale", riassume Matthijs Vader, Amministratore Delegato di Victron Energy.