Convert avvia la produzione di tracker TRJ in Argentina

Convert avvia la produzione di tracker TRJ in Argentina

Convert conferma la propria posizione nella top five dei produttori mondiali di inseguitori e avvia la produzione locale di tracker TRJ presso la sede di Buenos Aires.
La società italiana, attiva da più di 35 anni nel settore energia, ha cominciato la costruzione di inseguitori monoassiali basati su un brevetto proprietario, dispositivi che movimentano i pannelli fotovoltaici in base alla posizione del sole per ottenere un rendimento superiore del 25% rispetto ai pannelli fissi.

L’azienda, confermata fra i primi 5 produttori mondiali (su 200) dall’ultimo report GMT Research, fornirà questi tracker prodotti interamente in loco con la propria controllata Convert Argentina de Energias Renovables, agli impianti fotovoltaici di prossima costruzione nel Paese sudamericano.

Gianluca Proietti, Business Development Manager di Convert
In Argentina il settore è in forte fermento grazie anche al piano di investimenti per oltre 5 miliardi che il Governo ha destinato al settore delle rinnovabili. Abbiamo quindi iniziato in concomitanza con l’apertura della sede, il processo di certificazione del TRJ come prodotto argentino e siamo felici di annunciare che dopo aver completato il processo di certificazione, è partita ufficialmente la produzione del Tracker Argentino per la realizzazione dei primi 120 MW sul territorio. Questa produzione locale, indispensabile per rispondere alle regole del Paese che impongono una percentuale del 60% di prodotto argentino, è resa possibile dalla creazione di una filiera locale che mantiene però il valore tecnologico e il know how italiano.

L’Argentina ha in programma di avviare entro l’anno prossimo la produzione di energia elettrica per 2 GW da fonti rinnovabili, di cui 500 MW da fotovoltaico. L’obiettivo finale è che nel 2025 il 20% dell’energia prodotta nel Paese provenga da fonti rinnovabili.

Convert è presente anche in Brasile con la società Convert do Brasil, che ha fornito i suoi tracker all’impianto di Ituverava (stato di Bahia) da 260 MW, uno dei più grandi al mondo realizzato con la tecnologia a inseguimento.