La SEN e il rilancio del fotovoltaico italiano

La SEN e il rilancio del fotovoltaico italiano

Nella transizione energetica verso la decarbonizzazione il fotovoltaico ha un ruolo chiave per raggiungere gli obiettivi al 2030 del nuovo Pacchetto UE Clima-Energia.
Secondo la SEN, la produzione fotovoltaica, infatti, dovrebbe più che triplicare rispetto all’attuale. Per raggiungere questi ambiziosi obiettivi bisogna sia mantenere in efficienza il parco impianti esistente che sviluppare nuove installazioni. Entrambe le vie dovranno essere percorse seguendo principi di uso ottimale delle risorse naturali e di compatibilità sociale ed economica.

È questo il tema al centro dell’appuntamento del 13 giugno al GSE.

Dopo l'introduzione del Presidente del GSE Francesco Sperandini, Alessandro Marangoni, ceo di Althesys, presenterà lo studio “Il rilancio del fotovoltaico in Italia”. Queste le principali evidenze:
- il parco fotovoltaico italiano, che ha un’età compresa tra gli 8-10 anni e sta perdendo producibilità, presenta ampi margini miglioramento delle prestazioni;
- senza interventi, la potenza aggiuntiva annua media installata si limiterebbe a sostituire quella «persa», che al 2030 ammonterebbe a 5.000 MW, pari al 25% della potenza esistente a fine 2017;
- sono necessarie specifiche politiche per il revamping e il repowering degli impianti esistenti, anche attraverso semplificazioni autorizzative, oltre a una spinta decisa ai nuovi investimenti, partendo innanzitutto dall’atteso decreto per il periodo 2018-2020.

La presentazione sarà seguita da un intervento di Attilio Punzo, GSE, e quindi da tre tavole rotonde.

“Il fotovoltaico: il futuro è oggi”. Interverranno: Carlo Pignoloni, Enel Green Power; Michele Scandellari, EnerRay; Giuseppe Tammaro, GSF; Ingmar Wilhelm, RTR.
“Il sistema elettrico e il fotovoltaico”. Interverranno: Alberto Pinori, ANIE Rinnovabili; Pietro Pacchione, Elettricità Futura; Paolo Rocco Viscontini, Italia Solare; Stefano Conti, Terna.
“Quali politiche per il fotovoltaico in Italia?”. 

Interverranno: Stefano Piras, Conferenza Stato-Regioni; Paolo Arrigoni, Lega; Gianni Girotto, M5S; Luciano Barra MISE; Gianluca Benamati, PD.