Energy Conference 2018, rinnovabili e incentivi al fotovoltaico

Energy Conference 2018, rinnovabili e incentivi al fotovoltaico

L’Energy Conference 2018 ha registrato un elevato afflusso di partecipanti; rinnovabili e incentivi al fotovoltaico hanno trainato l’interesse collettivo.
La partecipazione di oltre 400 persone e l’importanza dei temi affrontati dai diversi relatori hanno determinato il successo della prima edizione; determinante la conferenza dedicata agli incentivi regionali e nazionali (Decreto Ministeriale FER e Programmazione Energetica Ambientale della Regione Siciliana) sulle Energie Rinnovabili e sul mercato del fotovoltaico.

L’Energy Conference 2018 chiude una 48 ore organizzata da Energia Italia (Azienda specializzata nella distribuzione di tecnologie fotovoltaiche), con l’obiettivo di far conoscere gli strumenti normativi, finanziari e operativi a tutti gli stakeholders (Comuni, enti, amministratori, aziende, progettisti, installatori, consulenti finanziari e fiscali) che possono cooperare e trovare benefici attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie sostenibili.

L’Energy Conference si è articolata in due sessioni durante le quali sono stati illustrati i temi caldi del momento: i 37 milioni circa dei fondi europei previsti dal nuovo bando della Regione Siciliana per l’efficientamento degli impianti per le micro, piccole, medie e grandi imprese; gli incentivi previsti dal nuovo Decreto Ministeriale FER, attualmente in discussione in Conferenza Stato-Regioni, che prevede il sostegno alla produzione di energia da fonti rinnovabili ai proprietari di impianti industriali, commerciali, di aziende con tetti in eternit da bonificare, cave e discariche dismesse per un totale di 8.000 MW.

Si è parlato inoltre del bando “Energy Manager per i Comuni” della Regione Siciliana, attraverso il quale i Comuni siciliani potranno dotarsi di un professionista qualificato per predisporre gli audit energetici. Pertanto, la Regione Siciliana ha messo a disposizione 6,5 milioni di euro con il bando predisposto dal Dipartimento dell’Energia che venerdì prossimo sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Ing. Battista Quinci, Presidente di Energia Italia
Nei prossimi anni la nostra società subirà una vera e propria metamorfosi, che porterà a uno stile di vita migliore grazie alle nuove tecnologie fotovoltaiche, mobilità elettrica e storage. Siamo orgogliosi di aver organizzato questo evento nel nostro territorio. Era doveroso. Oggi l’Assessorato dell’Energia della Regione Siciliana sta investendo molto nell’ammodernamento dell’infrastruttura elettrica, e sta cercando di incentivare la realizzazione di impianti da fonti rinnovabili e opere di efficientamento energetico con una serie di bandi dedicati. Il nostro obiettivo è quello di aggregare tutti gli operatori della filiera e discutere sulle nuove opportunità che il Governo Nazionale e quello Regionale stanno mettendo a disposizione grazie a nuovi incentivi. La nostra filosofia “green” presuppone un cambiamento culturale e la necessaria interconnessione fra tecnologia, natura e famiglie. Vogliamo creare una “Energy Community” pertanto abbiamo programmato una serie di ‘iniziative green social: l’Energy AcademyTour con 16 tappe per la formazione specialistica e tecnica, l’Energy School Day per la sensibilizzazione nelle scuole, l’Energy Day, un meeting per far conoscere le nuove tecnologie green a famiglie e imprese. Abbiamo anche in programma la realizzazione di un app innovativa dedicata per condividere sugli smartphone le “energy news”, il calendario degli eventi e le innovazioni tecnologiche.

All’Energy Conference hanno partecipato: rappresentanti della Regione Siciliana (Assessorato dell'Energia e dei servizi di pubblica utilità), associazioni di categoria, ANIE Rinnovabili, Italia Solare, GSE, e i principali Ordini professionali (ingegneri, architetti, periti industriali, geometri e commercialisti) della Provincia di Trapani; presenti anche i vertici aziendali di importanti aziende produttrici di tecnologie per il fotovoltaico (Fronius, Hanwha Q Cells, Zucchetti Centro Sistemi, Futurasun, SolaeEdge, Delpaso Solar, ABB).

Sono stati illustrati: la nuova strategia del Governo Regionale per la transizione energetica della Sicilia (P.E.A.R.S., bandi del PO FESR 2014/2020- Azione 4.2.1 per le aziende, bando Energy Manager per i Comuni Siciliani; gli strumenti di Smart Grid e Reti intelligenti); il mercato del fotovoltaico italiano; il nuovo Decreto FER sulle Rinnovabili, in prossima emanazione dal MISE; la recente delibera ARERA sulla remunerazione dell’energia elettrica e solare termica prodotte da fonti rinnovabili nelle isole non interconnesse. Grazie alle novità normative in atto sul fotovoltaico, enti pubblici e aziende possono usufruire di benefici fiscali relativi agli investimenti strutturali sulle energie rinnovabili. Sono state inoltre presentate le più avanzate tecnologie fotovoltaiche disponibili sul mercato per l’efficientamento energetico.

Nel corso dell’Energy Green Vision sono emersi alcuni dati significativi sul mercato del fotovoltaico in Italia. 20 GW è questo il dato complessivo della potenza fotovoltaica installata in Italia, dato aggiornato ad ottobre, con la produzione di circa 25 miliardi di Kwh.
In Italia vi sono attualmente 800mila impianti fotovoltaici di cui 240.000 sono stati realizzati dopo la fine degli incentivi del V Conto Energia e con un 90% rappresentato da piccoli impianti fino a 6 kWh.

Secondo dati forniti da Terna, nel solo mese di settembre, in Italia sono stati installati 42,3 MW, con una crescita del 31% rispetto allo stesso periodo del 2017 (32,2 MW). Tornando ai primi nove mesi dell’anno, gli impianti fino ai 20 kW, che hanno coperto il 53% della nuova potenza installata, segnano un incremento del 2,3% rispetto ai primi nove mesi del 2017, con una spinta significativa della taglia 3-4,5 kW (+19,2%) e 6-10 kW (+56,6%). Crescono anche la taglia 100-200 kW (+23,4%) e 500 kW-1 MW (+128%). Entro il 2030 in Italia si dovranno realizzare circa 70 GW di impianti: ciò triplicherà la produzione portandola a circa 75 miliardi di Kwh. Se il 2018 si chiuderà con un nuovo installato fotovoltaico di circa 400 MW, nel 2019 si prevede un dato in crescita. La rivoluzione energetica partirà certamente dal fotovoltaico.