Fronius, massimizzare il surplus di energia fotovoltaica

Fronius, massimizzare il surplus di energia fotovoltaica

Fronius, la rivoluzione energetica personale consiste nello sfruttare appieno l'interazione tra tecnologie, con una gestione energetica ottimale.

Fondamentale infatti raggiungere la maggior quota di autoconsumo grazie all'energia solare, aumentando così redditività, autoconsumo, autonomia e riducendo al contempo i costi. Oltre all'energia elettrica e al riscaldamento, la mobilità è il terzo grande ambito che è possibile alimentare con energia da fonti rinnovabili. Tuttavia, per fare effettivamente il pieno di energia elettrica fotovoltaica, soprattutto per la mobilità elettrica, si rende necessario un apposito sistema completo composto da impianto fotovoltaico, sistema di accumulo, produzione di acqua calda e wall box (ossia una stazione di ricarica domestica per auto elettriche).

Fronius, massimizzare il surplus di energia fotovoltaica

Martin Hackl, Global Director Solar Energy presso Fronius
Se si possiede un'auto elettrica, si desidera anche che venga alimentata con energia elettrica fotovoltaica. Si tratta di disporre di una soluzione energetica che garantisca la possibilità di rifornire le auto elettriche con energia effettivamente verde. L'intero sistema deve essere costruito su misura.

Ed è qui che Fronius entra in gioco consentendo di rifornire le auto elettriche al pomeriggio o alla sera con l'energia accumulata durante il giorno grazie all'impianto fv.
Si hanno a disposizione tre opzioni per fare rifornimento di energia elettrica. Quella più semplice, ma anche meno efficace, consiste semplicemente nel collegare all'occorrenza l'auto a una presa elettrica o wall box e sfruttare l'energia disponibile in quel momento. In questo modo però l'utilizzatore spesso aumenta di poco la quota di autoconsumo. Gran parte dell'energia elettrica proviene dalla rete. Per caricare la batteria dell'auto elettrica in maniera intelligente, l'impianto fotovoltaico sul tetto deve essere dotato di un inverter Fronius con gestione energetica integrata e di un wall box compatibile.

L'inverter segnala al wall box quando è disponibile energia elettrica in eccesso e successivamente la usa per caricare l'auto elettrica. Così facendo è di norma possibile aumentare la quota di autoconsumo di un ulteriore 20%. La regolazione dinamica della carica e un sistema integrato di accumulo dell'energia Fronius, consentono di aumentare la quota di autoconsumo fino a quasi il 100% a seconda delle dimensioni dell'impianto e dei consumi. Con questa opzione la gestione energetica invia l'energia elettrica in eccesso prodotta di giorno in una Fronius Solar Battery e la richiama al momento di consumarla per fare rifornimento di energia da fotovoltaico.

Martin Hackl
Così facendo è possibile utilizzare la mobilità elettrica in modo funzionale e ben ponderato. Integrando ulteriormente il sistema con un Fronius Ohmpilot in grado di impiegare l'energia elettrica inutilizzata per la produzione di acqua calda, si ottiene una soluzione vantaggiosissima economicamente oltre alla massima autonomia