Panasonic a Intersolar, intervista a Marius Granu

Panasonic a Intersolar, intervista a Marius Granu

Marius Granu, Senior Business Developer Italy di Panasonic Eco Solution Europe, ci dedica un po’ del suo tempo e ci racconta le prospettive del fotovoltaico.
Nel 2018, l’azienda ha registrato una forte crescita rispetto agli anni precedenti; pertanto, le aspettative per il 2019 sono di continuo incremento del business, come confermato dai primi tre mesi. L’Italia costituisce un mercato fondamentale all’interno dell’Europa ed è il secondo come importanza. Le prospettive di crescita a livello globale sono molto buone: i mercati richiedono sempre più prodotti solidi e di alta qualità, un trend che favorisce Panasonic.

L’azienda propone soluzioni e servizi evoluti per le nuove installazioni, ma anche per le opportunità rese disponibili attraverso attività di revamping. In questo caso il listino offre pannelli specifici, con una taglia di potenza medio/bassa (250 W), particolarmente indicati per le operazioni di ammodernamento di impianti già in funzione.

Grazie al supporto di altre divisioni Panasonic è possibile offrire un elevato livello di integrazione tra “mondo fotovoltaico” e tutte le soluzioni ad alta efficienza per la climatizzazione e il comfort, sia per il mondo residenziale, sia per il settore commerciale. Panasonic, che ha celebrato il 100° anniversario nel 2018, ha tra i suoi prodotti di punta una gamma di pompe di calore aria-acqua per applicazioni commerciali e per il settore residenziale. Con modelli da 3 a 16 kW di capacità, la gamma di pompe di calore AquareaAquarea è la più completa sul mercato.

Non solo, a Monaco di Baviera, l’azienda ha presentato un pacchetto di soluzioni per la trasformazione dei sistemi energetici domestici e delle tecnologie di rete.
Abbiamo visto la piattaforma Home Energy Management System (HEMS), per il risparmio energetico e l'aumento del comfort e della sicurezza negli edifici, oltre a far conoscere ai visitatori i moduli ad alte prestazioni HIT, tre dei quali (HIT+) hanno ora un tasso di efficienza superiore o uguale al 20%.
Con una potenza di 340 W, il nuovo pannello N340 vanta un'efficienza del 20,4% i moduli N335 e la variante Kuro N335K all black, ciascuno con una potenza di 335 W, che raggiungono il 20% di efficienza.

Panasonic ha inoltre mostrato celle solari in silicio amorfo Amorton. Questi componenti offrono un modo semplice di fornire energia a varie applicazioni come orologi da polso, sensori autosufficienti, display e calcolatrici tascabili. 

Panasonic e l’energy storage? L’azienda è leader nella produzione di batterie litio iodio ed è particolarmente attiva nel settore automotive. Tuttavia, come segnala lo stesso manager, la diffusione dello storage in ambito domestico e in abbinamento al fotovoltaico viaggia a ritmi decisamente meno sostenuti rispetto al settore del solare. Panasonic è convinta che l’accumulo energetico diventerà uno standard in aggregazione agli impianti fotovoltaici, ma al momento si trova in una fase di osservazione e analisi dei trend.

Un’ultima osservazione riguarda il mercato italiano. Nel nostro Paese, Panasonic opera unicamente attraverso il canale dei distributori di materiale fotovoltaico, partner efficienti che, nel tempo, hanno permesso di aumentare la brand awareness e la diffusione sul territorio.