ANIE Rinnovabili sollecita chiarimenti sulla circolare 13/E

ANIE Rinnovabili sollecita chiarimenti sulla circolare 13/E

ANIE Rinnovabili considera quanto mai necessario un confronto di chiarimento con l’Agenzia delle Entrate sulla detrazione fiscale per ristrutturazione edilizia.

La circolare 13/E del 2019 - riprendendo la formulazione della circolare 7/E del 2018 della stessa Agenzia delle Entrate secondo cui
L'installazione del sistema di accumulo su un impianto dà diritto alla detrazione sia nel caso in cui tale installazione sia contestuale che successiva a quella dell'impianto fotovoltaico, configurandosi, in dette ipotesi, il sistema di accumulo come un elemento funzionalmente collegato all’impianto fotovoltaico stesso. L’installazione successiva del sistema di accumulo non dà diritto alla detrazione nel caso in cui l’impianto fotovoltaico non sia stato ammesso alla detrazione in quanto oggetto di tariffe incentivanti.

ANIE Rinnovabili considera necessario un confronto immediato con l’Agenzia delle Entrate onde poter chiarire come essa debba essere applicata, in quanto la circolare sta creando confusione a causa dell’interpretabilità del virgolettato e conseguentemente c’è allarmismo nel settore.
Certi che si possa giungere ad un chiarimento che promuova la diffusione dei sistemi di accumulo che sono funzionali all’impianto fotovoltaico, ma valorizzano anche le altre tecnologie presenti nell’unità immobiliare (pompe di calore, caldaie, accumulatori termici, ricariche elettriche, etc), massimizzando l’autoconsumo dell’unità immobiliare.

Individuare misure che supportino economicamente gli investimenti in sistemi di accumulo abbinati ad impianti fotovoltaici residenziali consentirebbe di coinvolgere maggiormente i cittadini nella transizione energetica in atto e garantirebbe un incremento del fattore di autoconsumo, con il duplice vantaggio di una maggior indipendenza energetica dell’unità immobiliare e di decongestionamento della rete elettrica, una riduzione dei costi della bolletta elettrica ed un valido contributo nel fornire i servizi di dispacciamento per l’esercizio in sicurezza della rete elettrica.