Storage a Intersolar, intervista a Fabrizio Limani di Solarwatt

Storage a Intersolar, intervista a Fabrizio Limani di Solarwatt

A Intersolar 2019 abbiamo intervistato Fabrizio Limani, Country Manager di Solarwatt in Italia; il manager ci parla di mercato e accumulo.
Leggendo l’andamento del segmento fotovoltaico nel 2018 e nella prima metà del 2019, Limani ci ha confermato un trend stazionario, con una leggero orientamento al rialzo che interessa soprattutto residenziale e commerciale.
Rimane invece decisamente statico il settore dello storage, una considerazione che però deve tenere conto dei ritmi tipicamente associati ai prodotti e alla domanda per questo comparto. La vendita e la distribuzione di piattaforme di accumulo risentono marginalmente della stagionalità, che invece influenza non poco altre fasce di prodotto/servizio del mondo fotovoltaico.

Storage a Intersolar, intervista a Fabrizio Limani di Solarwatt

- Ma come procede la diffusione e la conoscenza dei sistemi di accumulo? Quali sono le figure chiave per far lievitare ulteriormente questo settore?
Secondi Limani ci sono tre tipologie di installatori che, a vario titolo, possono avvicinarsi al mondo storate. L’elettricista specializzato, attivo nella realizzazione di impianti elettrici convenzionali, è solitamente quello meno propenso ad approcciare il cambiamento: non conosce lo storage e non intende venderlo ai clienti.
Diversamente, l'installatore elettrico evoluto è in grado di combinare tecnologie avanzate, dalla domotica ai sistemi di controllo completi, e può approcciare il tema dell’accumulo coi propri clienti.
La figura più importante di tutti è, naturalmente, quella dello specialista e della relativa rete di vendita; un professionista che tratta prodotti destinati al fotovoltaico e che dimostra di avere una profonda conoscenza delle tematiche principali.



Per favorire la crescita di nuovi interlocutori, SolarWatt si occupa di realizzare corsi di formazione in tutta Italia; la formazione più tecnica è spesso veicolata in accordo con BMW, in virtù del forte legame di collaborazione in atto.
Grazie all’ufficio tecnico di Padova, l’azienda è in grado di offrire un evoluto servizio pre-sales e after-sales, per facilitare partner e distributori e accelerare pratiche e installazioni presso i clienti. In ottica di formazione, SolarWatt ha presentato in fiera l’App Experience per iOS e Android. Grazie a questa piattaforma, l’installatore può illustrare ai propri clienti i benefici dei sistemi di storage, il tutto in forma grafica e altamente comprensibile.

L’azienda sta inoltre lavorando per migliorare ulteriormente la modularità dei propri sistemi e sta sviluppando un sistema BMS storage per una migliore integrazione. Maggiore interazione coi dispositivi di terze parti sempre più importante, come testimonia la certificazione CEI 0-21 dei device SolarWatt con gli inverter Sunny Boy di SMA.

Storage a Intersolar, intervista a Fabrizio Limani di SolarwattSolarWatt ha inoltre presentato il prototipo di un modulo a semicella con tecnologia brevetta. La nuova tecnologia brevettata consente di combinare i vantaggi di una cella a taglio parziale con i vantaggi di un modulo vetro-vetro in quanto i fori nel vetro posteriore sono in aree non critiche per la stabilità. Questa tecnologia innovativa migliora le prestazioni mantenendo la robustezza e la lunga durata dei moduli vetro-vetro.

Un’ultima considerazione riguarda il mondo storage e il revamping. Limani ci conferma come siano in corso alcune attività, soprattutto laddove si intervenga per la sostituzione di inverter guasti. In questo caso si opta per modelli più moderni, in grado di facilitare l’integrazione con le batterie; il pubblico è oggi più informato e attento e richiede sistemi di accumulo per il proprio impianto residenziale.