Fotovoltaico e mobilità elettrica, insieme conviene

Fotovoltaico e mobilità, insieme conviene

I veicoli elettrici e i sistemi fotovoltaici sembrano essere un binomio eccellente, sia per i cittadini privati sia per le imprese: efficienza e sostenibilità.

Ricarica EV con fotovoltaico, perché conviene e come fare?

Gli EV e il mondo del fotovoltaico sono il presente, ma soprattutto il prossimo futuro. Tant’è che se considerati insieme sembrano essere un binomio eccellente, sia per i cittadini privati sia per le imprese.

Alla decisione di acquisto di un veicolo elettrico ci si chiede quale possa essere il miglior modo per ricaricarlo, in modo veloce, più economico ed efficiente. Con il proprio impianto solare e relativo sistema di accumulo, o ancora un impianto solare esterno, presso parcheggi o attività commerciali, possono essere una valida risposta.

Il fotovoltaico residenziale, come anche quello industriale e commerciale, sono ormai sempre più diffusi poiché sono chiari i benefici economici, energetici e ambientali. Ecco che sfruttare al massimo l’energia autoprodotta e accumulata diventa un must. Oltre a essere utilizzata per il fabbisogno giornaliero di un’abitazione o di un’impresa, ufficio o centro commerciale, è possibile utilizzare l’energia accumulata in eccesso in modo intelligente: anche per ricaricare ‘a costo zero’ il proprio veicolo, o flotta di veicoli aziendali. Ricaricare il proprio EV direttamente in garage o sotto una tettoia per auto è il sistema a oggi più veloce ed economico, insieme a una ricarica in esterna presso parcheggi commerciali.

Ricarica a casa propria o esternamente. Perché una batteria per accumulo? Poiché solo ¼ della luce solare può essere utilizzata direttamente, e il veicolo nelle ore diurne in genere è in utilizzo, un sistema di accumulo risponde a questa esigenza. Durante il giorno accumula l'energia elettrica per poterne usufruire di notte, per esempio per ricaricare il proprio veicolo, come suggerisce Volkswagen. “La potenza annua di un impianto fotovoltaico di 3.000 KW/ora può fornire energia elettrica sufficiente per far percorrere a un'auto elettrica circa 14.000 chilometri a emissioni zero”.

Non solo ricarica del proprio EV tramite la propria colonnina di ricarica, oggi l’utente ‘smart’ può far parte anche di una community, attraverso una piattaforma di condivisione virtuale che collega in rete i clienti che possono scambiare la corrente elettrica in eccesso. O ancora sistemi come quello del fornitore Senec: Cloud to Go è il sistema che permette ai proprietari di impianti fv e accumulatori di avere un conto virtuale dell’energia prodotta ma inutilizzata, ricevendo gratuitamente la quantità di energia pari a quella dell’energia solare reimmessa in rete oppure utilizzando il credito presso stazioni di ricarica pubbliche sia sul territorio nazionale sia all'estero.

Ricaricare a costo zero e aver un veicolo a emissioni zero, il futuro sembra tracciato.

Fotovoltaico e mobilità, insieme conviene

Fotovoltaico e veicoli elettrici per il residenziale

Il governo italiano, in linea con i principi europei e mondiali sulla riduzione delle emissioni e la transizione verde, si è fatto promotore del processo di transizione energetica in atto, sia rispetto all’adozione di veicoli elettrici sia rispetto all’installazione di impianti fotovoltaici, con l’incentivo del Superbonus del Decreto Rilancio 2020: impianto solari e colonnine di ricarica sono considerati ‘interventi trainanti’ che l’utilizzatore può realizzare usufruendo degli incentivi fiscali, come ben spiegato anche da E.on Energia.

La scelta della soluzione più adatta non è però così semplice.

Un EV necessita del tempo per ricaricarsi e percorrere un certo numero di chilometri per KW/ora. Come spiega SunPower “il tempo di ricarica dipende dalla potenza con cui si carica (potenza in kW della presa), dalla potenza massima accettata dal caricabatteria dell’auto, dal cavo utilizzato e chiaramente dalla capacità del sistema di accumulo di bordo e dallo stato di carica”. Un aspetto da valutare è, quindi, quanti km all’anno percorre l’utente, per capire come dimensionare il fotovoltaico e poter soddisfare il proprio fabbisogno complessivo, per l’energia da utilizzare in casa e quella fuori casa.

Con l’obiettivo di integrare un impianto fotovoltaico domestico e il proprio EV, per esempio, SMA propone il sistema SMA Energy System Home: una struttura modulare da cui cominciare a un livello base, non troppo costoso, e poter ampliare a seconda del budget disponibile e delle esigenze.

Sempre più città smart e imprese verdi

Secondo Sorgenia, la smart mobility è in continua crescita, soprattutto nel nord Italia, tanto che i nuovi veicoli elettrici immatricolati nella prima parte del 2020 hanno già superato i 2 milioni complessivi del 2019. Non solo auto elettriche, rientrano nel più ampio sistema di e-mobility anche i micro-veicoli elettrici per la mobilità urbana, per esempio i monopattini, gli hoverboard, le biciclette… E possono essere ricaricati alla presa di corrente casalinga, senza necessità di strutture speciali.

La mobilità in città sembra essere sempre più verde ed ecosostenibile. Le città cambiano aspetto a partire dal nostro modo di spostarci sul territorio. Pensiamo anche solo ai centri commerciali che frequentiamo per i nostri acquisti: quasi ogni grande attività commerciale offre colonnine di ricarica o pensiline di ricarica per i propri clienti.

Cambiano le città come cambiano anche le aziende. Ancor più le industrie, rispetto al comparto residenziale, che hanno gli spazi adatti a gestire grandi impianti fotovoltaici per rispondere al proprio fabbisogno energetico e parchi vetture aziendali che possono ricaricare a costo zero con il proprio impianto solare e relativo sistema di accumulo. Per un’azienda si tratta certamente di un risparmio economico elevato, ma non solo. Diventare un’impresa attenta all’ambiente, nelle sue diverse possibilità e accezioni, ne aumenta la reputazione in modo considerevole nei riguardi di tutto l’ecosistema (partner, clienti, fornitori).

La nuova sfida per le imprese sembra essere quella dell’integrazione di sistemi intelligenti ed ecosostenibili. Integrare fotovoltaico e ricarica per i veicoli elettrici è di certo uno dei tasselli. Nel supporto alle imprese che vogliono diventare più ‘verdi’ in tal senso, per esempio SMA propone un sistema integrato - SMA Energy System Business - per ricaricare con facilità gli EV del proprio parco auto con l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico, diminuendo drasticamente i costi della mobilità.