EU Market Outlook for SolarPower: il fotovoltaico europeo

EU Market Outlook for SolarPower: il solare dell'UE cresce

L’EU Market Outlook for Solar Power di SolarPower Europe mostra che, nonostante le battute d'arresto dovute al Covid-19, il mercato solare europeo è cresciuto dell'11%, aggiungendo 18,7 GW di installazioni. Questa cifra rende il 2020 il secondo miglior anno di sempre per il solare nell'EU, l'anno di crescita più forte dal 2011.

L'EU Market Outlook mostra che la Germania è il più grande mercato solare del 2020, aggiungendo 4,8 GW, seguita dai Paesi Bassi, che hanno aggiunto una capacità di 2,8 GW. La Spagna, leader del mercato lo scorso anno, ha aggiunto 2,6 GW, di cui quasi 1,5 GW provenienti da sistemi basati su PPA, rendendola il più grande mercato mondiale per il solare senza sovvenzioni. La Polonia ha installato 2,2 GW nel 2020, più del doppio della sua capacità dall'anno scorso, e la Francia completa la Top 5 aggiungendo 945 MW, con cui ha superato la soglia dei 10 GW di capacità totale.

La capacità installata cumulativa del solare nell'UE ha raggiunto 137,2 GW nel 2020, con 22 dei 27 stati membri dell'UE che hanno installato più dell'anno precedente. L'Outlook prevede che 22,4 GW di solare saranno aggiunti nel 2021, 27,4 GW nel 2022, 30,8 GW nel 2023, e 35 GW nel 2024, portando la capacità installata totale a 252 GW.

Walburga Hemetsberger, CEO di SolarPower Europe
È stato un anno difficile per tutti i settori, e quindi è molto positivo finire il 2020 con un così chiaro appoggio per l'energia solare. Nonostante l'impatto di COVID-19, il solare non solo è cresciuto, ma ha prosperato, dimostrando di essere una tecnologia resiliente, prevedibile e sicura dove altre fonti di energia hanno fallito.

L'Europa è ora sulla buona strada per diventare il primo continente climaticamente neutrale al mondo e il solare può aiutare a raggiungere questo obiettivo, non solo fornendo energia rinnovabile e flessibile, ma anche creando milioni di posti di lavoro e garantendo una transizione giusta per tutti gli europei.

Aurélie Beauvais, direttore politico e vice direttore generale di SolarPower Europe
La crescita costante del solare in Europa è dovuta non solo alla sua competitività in termini di costi, sebbene sia spesso la tecnologia di generazione di energia più economica disponibile, ma anche alla sua scalabilità e innovazione. Oltre all'installazione sui tetti, le applicazioni sviluppate in Europa, come il fotovoltaico integrato negli edifici e l'agrofotovoltaico, significano che il solare può essere distribuito su tutte le strutture e i terreni. La tecnologia e il potenziale ci sono, ora abbiamo bisogno che gli stati membri aumentino l'ambizione dei loro piani energetici e climatici, e guardino al solare a basso costo e ad alta intensità di lavoro come una soluzione per raggiungere i loro obiettivi.

Michael Schmela, Executive Advisor e Head of Market Intelligence di SolarPower Europe
I risultati del nostro EU Market Outlook sono un sollievo per il settore solare europeo che, solo pochi mesi fa, si stava preparando a un crollo del mercato. La capacità aggiunta in tutta l'UE dimostra che il solare è abbastanza forte da superare una pandemia globale, tuttavia, c'è certamente ancora spazio per un miglioramento.

Mentre le nostre proiezioni di mercato mostrano che questa crescita a due cifre continuerà nei prossimi quattro anni, i ritardi nello sviluppo causati da COVID-19 significano che dobbiamo lavorare ancora più duramente il prossimo anno per mantenere questo slancio. I fondi di recupero sono uno strumento eccellente per guidare la ripresa verde degli stati membri, e per aumentare l'ambizione dei NECP, e la Commissione europea deve assicurare che il quadro appropriato sia in atto per garantire che il solare raggiunga il suo massimo potenziale.